Mangio poco, ma ingrasso

Perché non riesci a buttare giù un etto? Scopritelo con noi

A tavola ti concedi di tanto in tanto uno strappo alla regola, ma di certo non sei tipo da ingozzarti di schifezze. Mangi un po’ di tutto, pasta, carne, pesce, verdura e frutta. Senza esagerare. E allora come mai continui a ingrassare? Non sempre l’aumento di peso è legato alle calorie. Ecco quali potrebbero essere i motivi.

Vita sedentaria
Forse non avrete aumentato l’apporto calorico giornaliero. Ma avete smesso di andare in palestra tre volte la settimana. Oppure al posto di andare al lavoro a piedi o in bicicletta, ora usate l’auto. Ebbene, questo sicuramente può influire sul vostro peso.

Dormite poco male
Faticate ad addormentarvi, e così finite col tirare tardi sul divano a guardare la tv. Poi prima di coricarvi aprite il frigo alla ricerca di uno spuntino veloce. Sappiate che è tutt’altro che innocuo. Soffre d'insonnia è portato a vedere aumentare i livelli di grelina e leptina, ormoni coinvolti nell'obesità: uno controlla il peso, l'altro stimola l'appetito.

Maledetto stress
Se state spingendo l’ acceleratore al massimo, sappiate che per sopravvivere il vostro corpo sta producendo il cortisolo, detto anche ormone dello stress, che aumenta per l’appunto in condizioni psico-fisiche pesanti. Esso fa aumentare l’appetito: se ci sentiamo un po’ giù, poi, è facile cercare un po’ di conforto in qualcosa di appagante quanto calorico. E il gioco è fatto.

Colazione troppo tardi
La colazione è da considerarsi uno dei pasti principali della giornata. Non va assolutamente saltata, ed è meglio farla tra le 8.30 e le 9.30, entro 20 minuti dal risveglio. Questo perché in tal modo si permette all’organismo di consumare le calorie assunte in un arco di tempo adeguato a smaltirle.

Antidepressivi
Ingrassare è uno degli effetti collaterali di questi farmaci. Le persone che li assumono per lunghi periodi possono mettere su anche il 25% di peso. Qualcuno semplicemente aumenta di qualche chilo perché il miglioramento dell’umore porta anche un aumento dell’appetito. Ma se la cosa vi crea grossi problemi, consultate il medico.

Corticosteroidi
Come gli antidepressivi, anche questi hanno effetti collaterali che influenzano l’ago della bilancia. Oltre all’aumento della fame, causano anche ritenzione idrica. Naturalmente l’aumento di peso varia in base alle dosi e alla durata della cura. Il grasso si accumula su viso, collo, addome. Altri farmaci che possono farvi ingrassare sono gli antipsicotici, usati per curare i disturbi dell’umore, quelli per contrastare diabete, ipertensione ed emicranie. La pillola anticoncezionale non è nella lista. Quelle di nuova generazione infatti non fanno ingrassare.

Ipotiroidismo
Se la vostra tiroide non funziona bene e quindi si registra uan carenza di ormoni tiroidei, si verificherà un rallentamento del metabolismo.

Menopausa
In questa fase della vita femminile cala la produzione degli estrogeni, che causa la diminuzione della massa muscolare. I cambiamenti ormonali favoriscono altresì un aumento della massa grassa. Bisogna però anche considerare che la menopausa si verifica tra i 40 e i 50 anni, un’età in cui facilmente si verificano anche grossi cambiamenti di stile di vita. Si tende a ingrassare su fianchi, vita, cosce. Il consiglio migliore è di fare attività fisica.

Ipercortisolismo
Conosciuto anche come sindrome di Cushing, è causata da un eccesso di produzione dell’ormone del cortisolo da parte della ghiandola surrenale. Tra i sintomi: obesità localizzata su addome e volto, accumulo di grasso sulla parte alta del torso. Una delle cause è la somministrazione di corticosteroidi per il trattamento di asma, malattie infiammatorie e artrite reumatoide, ma nella maggior parte dei casi si tratta di una sindrome ereditaria.

Ovaio policistico
Si tratta di un problema comune nelle donne in età fertile. Causa squilibri ormonali che interessano il ciclo mestruale, irsutismo (eccessiva crescita di peli), acne grave e anche aumento di peso.

Hai smesso di fumare
Addio bionde: hai deciso di intraprendere questa svolta salutare. Il che significa che hai recuperato olfatto e gusto, prima alterati dalla nicotina. Quindi probabilmente l’appettito è cresciuto. Inoltre Il metabolismo dei fumatori è più alto rispetto a quello dei non fumatori. In sostituzione alle sigarette poi, molti attaccano a mangiare caramelle e caramelline. Ecco svelato il mistero.
Libero News
Libero News - Libero News

Data: 13/5/2010 Visto: 787


 
  Sono  
Etą / Con foto
Regione
 
Correlati Foto
Fumo e menopausa Fumo e menopausa
Le sigarette? Provocano la menopausa precoce
Nuovi  stimoli per non ... Nuovi stimoli per non ...
Non solo cibo. Anche la noia ci fa prendere peso
Sei step per la tua linea Sei step per la tua linea
Evita i chili di troppo grazie a poche regole
Facebook Popolari Amici

Fai Bingo

Bastano soltanto 10 centesimi per vincere migliaia di Euro